logo
© Tempi Moderni, Tutti i diritti riservati

Fuori Palazzo

Il mondo all’interno di quello che è stato il Chelsea Hotel dal primo novecento alla sua chiusura è un racconto fatto anche di parole e note. Degli autori che vi hanno soggiornato e di come le loro storie sono diventate iconiche. Così il nostro “Fuori Palazzo”, realizzato in collaborazione con Casa del Contemporaneo, Teatro Ghirelli e la Fondazione Ebris, diventa un caleidoscopio di racconti che miscelano parole, immagini, musiche, dando vita ai sognatori del Chelsea Hotel e alle loro utopie.

 

Le parole sono affidate alla narrazione di alcune delle penne più importanti della critica musicale in Italia. Da Carlo Massarini, storico conduttore di classici del racconto radiofonico come “Per voi giovani”, “Popoff”, Absolute beginners,il “Mister Fantasy” della musica raccontata in televisione, anche con Cool tour”, con incursioni nella tecnologia conMedia Mente” e nell’attuale “Startup Economy” che proporrà uno storytelling inedito:I volti del Palazzo del sogno”. Un racconto che ci farà entrare nel clima di quegli anni, nella fascinazione degli incontri, nel piacere delle arti, delle note che da quelle stanze hanno rapito l’immaginario di intere generazioni. E ancora, Massimo Cotto autore radiofonico, scrittore e firma storica di riviste come “Il mucchio selvaggio”, “Velvet”, “Il Giornale della Musica”, “Chitarre”, “Fare Musica”, l’americana “Billboard”, la tedesca “Howl!” e mitico direttore di “Rockstar”, che metterà in scena, in esclusiva, “Leonard Cohen – I famosi impermeabili blu”, un viaggio che parte da Cohen, ma finisce per raccontare la forza della parola nell’arte. Aneddoti, testimonianze dirette (Cotto ha incontrato Cohen nove volte in situazioni molto diverse tra loro), ma soprattutto storie bellissime e a volte al confine della realtà, tra i fantasmi del Chelsea Hotel e gli infiniti travestimenti della poesia.

E ancora Riccardo Bertoncelli, storico della musica e conduttore radiofonico che nel ‘73 con il suo “Pop Story” (Arcana Editrice) traghettò i giovani italiani sulle rive della scena pop e rock. Firma prestigiosa del giornalismo musicale italiano, ha collaborato, tra gli altri, con “Repubblica XL”, “Musica Jazz”, “Blow Up”, “AudioReview”, porta sul palco, ancora in esclusiva, il reading-spettacolo “Just Kids-Patti Smith prima di Patti Smith”. Con la voce narrante dell’attrice Antonella Valitutti, Bertoncelli guiderà il pubblico nelle pagine del celebre romanzo di Patti Smith, dai primi anni al Chelsea Hotel al rapporto con Robert Mapplethorpe e con il vissuto umano e artistico che, con loro, ha abitato le “sacre mura” del celebre palazzo di mattoni rossi.

Sulla terrazza della Fondazione Ebris, Diego de Silva (Scrittore e sceneggiatore) sulle note del sassofono di Stefano Giuliano e il ritmo del contrabasso di Aldo Vigorito, con il suo Trio Malinconico, ci accompagnerà con il reading musicale “Melancholy Short cuts” sulla 5 strada con le pagine più belle scritte da Woody Allen, Philip Roth, Paul Auster, Truman Capote, David Schickler.

 

Dalle immagini, alle parole, alla musica:  Peppe Servillo, Mauro Di Domenico e Angela Baraldi, Diana Tejera si esibiranno in “Beautiful Losers”, spettacolo in cui l’istrionico cantante, interprete e attore casertano si confronterà prima -accompagnato dalla famigerata rocker e attrice bolognese, con le chitarre di Diana Tejera- con la narrazione della poetica di Leonard Cohen, poi con la figura irraggiungibile di Federico Garcia Lorca, faro luminoso nell’esperienza creativa del cantautore canadese, accompagnato dalla chitarra flamenca del Maestro Mauro di Domenico, arrangiatore, compositore  di fama internazionale, in un evento esclusivo e inedito. Ancora, il Concerto di Maria Pia de Vito: “Beautiful Dreamers” con Julian Oliver Mazzariello, Enzo Pietropaoli, Alessandro Paternesi Una collezione di canzoni dedicate alle icone del songwriting d’oltreoceano. Maria Pia De Vito apre uno squarcio poetico indagando, in chiave jazz, alcune perle della discografia di Paul Simon, David Crosby, Bob Dylan, Tom Waits, Joni Mitchell, solo per citarne alcuni. Poeti e lucidi sognatori che dagli anni Sessanta a oggi hanno saputo regalare produzioni musicali di grande bellezza, incarnando in testi di profonda sincerità e forza poetica, lo spirito del loro tempo. Nel suo live per Tempi Moderni, la cantante napoletana, amplierà a altri sognatori il suo repertorio, figlio della sua ultima produzione discografica: “Dreamers” suonato con Julian Oliver Mazzariello, Enzo Pietropaoli e Alessandro Paternesi. Brani storici e attualissimi, in questo complesso presente, per contenuti e intenzioni. Infine: il concerto “Songs from the Rooms affidato alla direzione artistica e musicale di Matteo Saggese, pianista e compositore.  Un racconto in musica che diventa un vero e proprio viaggio tra i nomi più importanti della storia della musica Pop e Rock che hanno dimorato, scritto, composto e comunque transitato nel contesto magico del Chelsea Hotel: da Bob Dylan a Joni Mitchell, Jimi Hendrix, Lou Reed, Nico & Velvet Underground, Tom Waits, Chet Baker, i Jefferson Airplane, Janis Joplin, Patti Smith, Rolling Stones, con un focus finale sulla figura leggendaria di Leonard Cohen. Si alterneranno sul palco artisti di altissimo profilo, capaci di interpretare tale racconto: Domenico Andria, Angela Baraldi, Tarq Bowen, Davide Cantarella, Massimo de Divitiis, Maria Pia de Vito, Mauro di Domenico, Carlo Fimiani, Pete Gordeno, Alessandro La Corte, Adriano Molinari, Sarah Jane Morris, Tony Remy, Matteo Saggese, Mario Schilirò, Peppe Servillo, Solis String Quartet, Diana Tejera, Hattie Webb, Nicki Wells. Special Guest: Rufus Wainwright via streaming da New York.

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sui nostri eventi

Per il trattamento dei dati è possibile leggere la nostra Privacy policy.